Street Artist

« tutte le carte

Un muro triste e grigio o una fabbrica abbandonata: con lei si animano di parole, immagini, colori, si accendono di bellezza e di sorpresa, e tornano ad attrarre la comunità e le persone.

La designer valuta, studia e recupera per trasformare e dare nuova vita alle cose. Riesce a vedere oltre l’oggetto che ha davanti immaginando soluzioni rigenerative per tutti.


Esplora la street artist che è in te

Dove eserciteresti il tuo potere trasformativo?

La street artist sceglie i luoghi del suo lavoro e con la sua azione se ne impadronisce per restituirli trasformati alla collettività.
Ci sono ambienti che il tuo lavoro riesce a trasformare, anche in piccola parte? Magari non ne sei consapevole, come nel caso dell’intervento deciso e volitivo di una street artist, ma sicuramente ci sono.
E se invece dovessi scegliere tu un luogo da trasformare, quale sarebbe? E che cosa faresti? Scegli un luogo vero, esistente.

Quanto conta per te il mezzo espressivo?

La street art si esprime con tecniche diverse: a ognuna corrispondono diversi obiettivi, intenzioni, personalità.
Con il murales ci si riallaccia a una tradizione; con lo stencil si fa presto e si può scappare via senza farsi beccare, come Bansky; gli sticker vanno bene per cominciare. E che dire dello yarn bombing, che ricopre le superfici con tessuti a uncinetto?
Qual è la tecnica con cui preferisci comunicare i tuoi messaggi? Cosa racconta di te?

Ti piace ripartire da quello che c’è?

Vero: nessuno inventa mai nulla dal nulla. Neanche i più creativi, anzi. Ma una street artist lo fa consapevolmente, anzi ne fa il cuore della sua azione.
Se pensi al tuo lavoro, qual è il tuo muro, la tua fabbrica abbandonata, la tua piazza di periferia? Anche se non sei un artista, puoi usare le parole.
Quale frase ci scriveresti e con quale stile? Prosa o poesia? Futurista, calligrafico o vintage?

Quali sono i tuoi colori?

Puoi sbizzarrirti con un muro da dipingere, tutto per te. Puoi scegliere tre bombolette spray tra questi colori: blu elettrico, fucsia, arancio, verde acqua, nero, bianco, lavanda, giallo, rosso fuoco.
Hai anche una bomboletta bonus, con un colore che puoi inventare tu, ispirandoti a un elemento della natura.
Sceglilo e poi dai un nome al nuovo colore. Chiudi gli occhi e immagina le prime spruzzate…

Cosa puoi imparare dalla street art?

Che ne dici di apprendere il suo spirito ribelle, la voglia di spiazzare e di sorprendere? O la determinazione a trasformare l’ambiente, le cose sulle quali lavori?
Qual è il segno permanente che vuoi lasciare?




Fotoreporter

È il giornalista che racconta in immagini un personaggio, un evento, un luogo. La sua foto è prima di tutto una notizia, scritta da uno scatto ma preparata a lungo.

Il designer osserva, studia e raccoglie i dati e le informazioni che raccontano la storia del progetto. Questo gli permette di inquadrare l’essenziale, solo quello necessario allo zoom sul problema.

Esplora il mestiere »

Ceramista

Con le mani e l’immaginazione dà forma a una materia informe. Attraverso tante fasi, una dietro l’altra, tutte indispensabili per la buona riuscita del manufatto.

La designer crea modelli e prototipi per far sperimentare al committente le soluzioni ideate. Con attenzione e saggezza sceglie gli strumenti per dare concretezza alle idee.

Esplora il mestiere »

Pompiere

Rapido e coraggioso, salva dalle acque o dalle fiamme vite e cose della vita. Anche le più piccole, come un gattino sul tetto. Lo fa con coscienza e con un grande cuore.

Il designer spegne le dispute quando gli animi si infiammano. Sa scegliere in emergenza perché mantiene i nervi saldi in ogni situazione.

Esplora il mestiere »

Investigatore

Con il suo fiuto scova gli indizi più minuti e li connette in una ricostruzione plausibile, perché verifica ogni ipotesi da tanti punti di vista, soprattutto i più distanti.

Il designer inquadra il progetto da tutte le angolazioni, non si limita alla prospettiva più evidente. Perché solo così le sue soluzioni convincono oltre ogni possibile obiezione.

Esplora il mestiere »