Giardiniere

« tutte le carte

La sua virtù è saper aspettare. Sa che ogni pianta ha la sua stagione, i suoi tempi di semina, crescita e fioritura: un giardino rigoglioso premierà l’attesa.

Il designer non ha mai fretta: non si piega alle urgenze del momento, ma valuta ogni volta tempi necessari, fisiologiche attese e imperscrutabili imprevisti.


Esplora il giardiniere che è in te

Quale giardino rispecchia le tue coltivazioni creative?
  • il giardino pensile babilonese
  • il giardino di un cottage inglese
  • il giardino della reggia di Caserta o di Versailles
  • il giardino di un chiostro
  • un giardino all’italiana come quello di Boboli
  • un giardino giapponese
  • un giardino sul terrazzo di città
Quanto sai aspettare per vedere i tuoi progetti fiorire?

“Lavoro come un giardiniere o come un vignaiolo. Le cose maturano lentamente. Il mio vocabolario di forme, ad esempio, non l’ho scoperto in un sol colpo. Si è formato quasi mio malgrado.”
Lo ha scritto il pittore surrealista catalano Joan Mirò.
Hai provato ad annotarti, settimana per settimana, i progressi del tuo progetto?

Hai la pazienza di preparare un buon concime prima di piantare un’idea?

Uno dei segreti di un giardino o di un terrazzo rigoglioso è concimarlo con un buon compost, quello fatto con gli avanzi della cucina: i più adatti sono gusci d’uovo, fondi di caffè e torsoli di mela.
Tu quali avanzi di progetti, conversazioni, letture metti da parte per concimare nuove idee?
E soprattutto qual è il tuo contenitore per il compostaggio, perché ne avrai uno, no?

E se il tuo parco progetti è un giardino proprio grande?

“Il miglior fertilizzante è l’ombra dei giardiniere” recita un detto cinese.
Come riesci a tenere sott’occhio tutti i tuoi progetti, quelli in nuce e quelli in piena fioritura, e a dedicare a ciascuno la giusta dose di luce, di ombra e di acqua?
Ti affidi forse a un paziente aiuto-giardiniere?

Sapere che non tutto dipende da te: ti inquieta o confidi in quel che sarà?

Attenzione, perizia, cura e passione possono non bastare per il nostro giardino dei sogni.
La natura può mettersi di traverso: il sole picchia troppo forte, la pioggia si fa attendere, la grandine devasta il nostro lavoro.
In campo professionale, qual è stata la più tremenda tempesta, e come hai saputo far sbocciare comunque i tuoi fiori?




Fotoreporter

È il giornalista che racconta in immagini un personaggio, un evento, un luogo. La sua foto è prima di tutto una notizia, scritta da uno scatto ma preparata a lungo.

Il designer osserva, studia e raccoglie i dati e le informazioni che raccontano la storia del progetto. Questo gli permette di inquadrare l’essenziale, solo quello necessario allo zoom sul problema.

Esplora il mestiere »

Ceramista

Con le mani e l’immaginazione dà forma a una materia informe. Attraverso tante fasi, una dietro l’altra, tutte indispensabili per la buona riuscita del manufatto.

La designer crea modelli e prototipi per far sperimentare al committente le soluzioni ideate. Con attenzione e saggezza sceglie gli strumenti per dare concretezza alle idee.

Esplora il mestiere »

Pompiere

Rapido e coraggioso, salva dalle acque o dalle fiamme vite e cose della vita. Anche le più piccole, come un gattino sul tetto. Lo fa con coscienza e con un grande cuore.

Il designer spegne le dispute quando gli animi si infiammano. Sa scegliere in emergenza perché mantiene i nervi saldi in ogni situazione.

Esplora il mestiere »

Investigatore

Con il suo fiuto scova gli indizi più minuti e li connette in una ricostruzione plausibile, perché verifica ogni ipotesi da tanti punti di vista, soprattutto i più distanti.

Il designer inquadra il progetto da tutte le angolazioni, non si limita alla prospettiva più evidente. Perché solo così le sue soluzioni convincono oltre ogni possibile obiezione.

Esplora il mestiere »